Solmucol Granulare

Cos’è Solmucol e quando lo si usa?

Solmucol contiene come principio attivo l’acetilcisteina. Questo principio attivo fluidifica il muco denso e viscoso difficile da espettorare e ne favorisce l’espettorazione.

Solmucol è indicato per il trattamento delle malattie delle vie respiratorie con eccessiva produzione di muco denso e viscoso, come p.es. le malattie da raffreddamento, la bronchite acuta o l’influenza.

Solmucol può anche essere impiegato su prescrizione medica per il trattamento di bronchite cronica, faringite, laringite, tracheite, sinusite o asma bronchiale o come terapia di sostegno di una malattia congenita, la mucoviscidosi o fibrosi cistica, che provoca nelle vie respiratorie e digestive un aumento di produzione di muco particolarmente viscoso.

Di cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

L’azione di Solmucol può essere potenziata con un’assunzione abbondante di liquidi.

Il fumo causa una sovrapproduzione di muco nei bronchi. Rinunciando a fumare può contribuire all’efficacia di Solmucol.

Solmucol può essere somministrato ai diabetici, poiché non contiene alcuna sostanza diabetogena. Occorre tuttavia tener conto che il contenuto calorico totale di ogni bustina corrisponde a 5kcal/21 kJ (Solmucol granulare 100), risp. 4,6 kcal/19 kJ (Solmucol granulare 200), risp. 8 kcal/34 kJ (Solmucol granulare 600).

Quando non si può assumere Solmucol?

Non utilizzare Solmucol in caso di ipersensibilità (allergia) al principio attivo o ad uno o più eccipienti, se soffre d’ulcera gastrica o intestinale o se allatta.

A causa dell’elevato contenuto di principio attivo, le bustine di Solmucol 600 non devono essere somministrate ai bambini sotto i 12 anni (in caso di mucoviscidosi sotto i 6 anni).

Inoltre Solmucol non deve essere somministrato in concomitanza a medicamenti sedativi della tosse, poiché questi sopprimono il riflesso naturale della tosse in modo tale che il muco fluidificato da Solmucol non può più essere espulso; ciò può causare un congestionamento del muco, con il rischio di un’infezione delle vie respiratorie e di spasmi bronchiali. Il vostro medico di fiducia sa cosa occorre fare in questi casi.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Solmucol?

Se durante la precedente assunzione di un preparato a base di acetilcisteina (principio attivo di Solmucol) ha riscontrato delle eruzioni cutanee o delle difficoltà respiratorie, informi assolutamente il suo medico, farmacista o droghiere prima di prendere questo farmaco.

Se soffre d’asma bronchiale o se è a conoscenza di rischi legati ad emorragie gastrointestinali (p.es. in caso di ulcera gastrointestinale o di varici dell’esofago) dovrebbe assumere Solmucol solo sotto controllo medico.

La somministrazione contemporanea di alcuni medicamenti è da evitare, poiché è possibile che l’effetto di un farmaco influenzi quello dell’altro. Così, se somministrati contemporaneamente a Solmucol, l’azione di alcuni farmaci contro il restringimento delle vie respiratorie (dilatatori bronchiali) e di preparati contro i disturbi circolatori alle coronarie (nitroglicerina contro l’angina pectoris) può essere potenziata.

Nel caso debba (su prescrizione medica) far ricorso ad antibiotici, è necessario che osservi un intervallo di almeno 2 ore fra l'assunzione di questi e Solmucol. Il suo medico, farmacista o droghiere le indicheranno per quali antibiotici è necessaria questa precauzione.

In caso di somministrazione concomitante di un antitussivo, vedere «Quando non si può assumere Solmucol?».

Informi il suo medico, farmacista o droghiere

- se soffre di altre malattie,

- se è allergico o 

- se prende o usa altri medicamenti (anche di propria iniziativa!).

Si può somministrare Solmucol durante la gravidanza o l’allattamento?In base alle esperienze fatte finora, non sono noti rischi per il bambino se il medicamento viene usato correttamente. Tuttavia, non sono mai state eseguite indagini scientifiche sistematiche.

Per prudenza dovrebbe rinunciare nella misura del possibile ad assumere medicamenti durante la gravidanza ed il periodo d’allattamento o chiedere consiglio al proprio medico o farmacista.

Informi il suo medico in caso dovesse rimanere incinta durante il trattamento.

Se per ragioni assolutamente necessarie dovesse assumere Solmucol durante il periodo d’allattamento, per prudenza dovrebbe evitare di allattare il bambino.

Come usare Solmucol?

Salva diversa prescrizione del medico, si consiglia la seguente posologia:

Adulti e bambini con più di 12 anni

3 volte al giorno 1 bustina di granulare Solmucol 200 mg o

1 volta al giorno 1 bustina di granulare Solmucol 600 mg

Bambini da 2 a 12 anni

3 volte al giorno 1 bustina di granulare Solmucol 100 mg

Bambini da 1 a 2 anni (solo su prescrizione medica!)

3 volte al giorno ½ bustina di granulare Solmucol 100 mg

Bambini di meno di 1 anno e lattanti: Solmucol deve essere usato soltanto sotto controllo medico, in ambiente ospedaliero.

Se l’eccessiva secrezione di muco causata dal raffreddore non dovesse diminuire dopo 2 settimane di trattamento, è il caso di consultare un medico.

Trattamento a lungo termine (solo su prescrizione medica)

400-600 mg al giorno di Solmucol granulare, in 2 o più prese, durata massima di trattamento di 3-6 mesi.

Mucoviscidosi

Posologia come sopra, ma già per bambini da 6 anni: 1 volta al giorno 1 bustina di granulare 600 mg.

Vista la gravità della malattia, il medico può comunque prescrivere una posologia diversa, secondo lo stato di salute del paziente.

Modo d’uso

Versare il contenuto della bustina in un bicchiere vuoto e scioglierlo in un po’ d’acqua.

Eviti di prendere altri medicamenti insieme a Solmucol.

Il farmaco agisce a partire dal secondo o terzo giorno di trattamento.

Il lieve odore di zolfo che si sprigiona al momento dell’apertura della bustina è tipico dell’acetilcisteina; non indica alcuna alterazione del prodotto e non influenza l’efficacia del medicamento.

Si attenga alla posologia indicata nel foglietto illustrativo o prescritta dal suo medico. Se ritiene che l’azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte, ne parli al suo medico, farmacista o droghiere.

Quali effetti collaterali può avere Solmucol?

Con l’assunzione di Solmucol possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali: occasionalmente disturbi gastrointestinali (bruciori di stomaco, nausea, vomito o diarrea), oppure orticaria, mal di testa, febbre o ronzio nelle orecchie.

In persone predisposte possono comparire reazioni allergiche alla pelle (prurito, eruzioni cutanee) o agli organi respiratori (difficoltà respiratorie, broncospasmi). In questi casi deve subito interrompere la somministrazione di Solmucol e avvertire il suo medico al più presto possibile.

L’alito potrebbe assumere temporaneamente un leggero odore sgradevole, probabilmente a causa della scissione del gruppo sulfidrilico dal principio attivo.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo medico, farmacista o droghiere.

Di che altro occorre tenere conto?

Solmucol deve essere conservato a temperatura ambiente (15–25 °C) al riparo della luce e fuori della portata dei bambini. Il medicamento non deve essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sulla confezione.

Se possiede dei farmaci scaduti, voglia renderli al suo farmacista o droghiere.

Il medico, farmacista o droghiere, che sono in possesso di documentazione professionale, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Solmucol?

Principio attivo:   bustine da 100, 200 e 600 mg di acetilcisteina.

Eccipienti:            xilitolo, saccarina, aroma (arancio) ed altri eccipienti.

Numero dell’omologazione

47'909 (Swissmedic)

Dove è ottenibile Solmucol?

Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia e drogheria, senza ricetta medica.

Solmucol granulare

20 bustine da 100 mg

20 e 40 bustine da 200 mg

10 bustine da 600 mg

Titolare dell’omologazione

IBSA Institut Biochimique SA, CH-6903 Lugano

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel giugno 2009 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).